Errore durante il parse dei dati!
FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Testimoni di Geova, multiculturalismo e integrazione: quello che avviene nel Fermano

Sei le comunità composte da italiani e stranieri che si riuniscono a Monte Urano, Porto San Giorgio e Porto Sant'Elpidio

Testimoni di Geova - gruppi preghiera stranieri del Fermano

Da qualche anno, nel Fermano sono attive sei comunità di Testimoni di Geova composte da italiani e stranieri che si radunano a Monte Urano, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

Queste comunità di Italiani e Stranieri pregano insieme, imparano dalla bibbia insieme e stanno insieme, rendendo possibile quella sinergia fra le culture, cercata da tempo nella società odierna.

I Testimoni di Geova sono conosciuti per gli sforzi profusi nel trasmettere i pensieri della Bibbia nel territorio in cui vivono; di questo territorio fanno parte anche gli stranieri che abitano nella zona, compresi i rifugiati e i profughi.

Imparando le loro lingue e distribuendo loro pubblicazioni tradotte nelle stesse, i Testimoni aiutano molti stranieri interessati a scoprire cosa insegna la Bibbia, studiandola con loro nella loro lingua madre.

I Testimoni sono d’accordo con la dichiarazione: “Dio desidera che ogni tipo di persona sia salvata e giunga all’accurata conoscenza della verità” (1 Timoteo 2:3, 4).

I sei Gruppi di lingua straniera che sono sorti nel Fermano (Inglese, Francese, Albanese, Romeno, Cinese e Portoghese, oltre a due piccoli nuclei di predicatori di lingua Araba e Polacca) conferiscono un sapore multiculturale alla comunità dei Testimoni di Geova della nostra zona.

Questo aspetto favorisce un tipo di unità che porta ad abbattere le barriere linguistiche e culturali e a far parte di una grande famiglia spirituale unita dall’amore e dalla fede.

I Testimoni di Geova sono consapevoli che le grandi masse migratorie degli ultimi anni possono rendere la convivenza fra le varie culture una sfida, tuttavia si rendono conto, per esperienza personale, che lo studio dei princìpi biblici, con il loro potente messaggio di pace, contribuisce notevolmente a sviluppare caratteristiche come: rispetto reciproco, gentilezza, perdono, umiltà e misericordia: questi fattori se messi in pratica, rendono migliori ognuno di noi, stranieri e non.

Marco Gasparroni
Rappresentante Stampa dei Testimoni di Geova per il Fermano e il Maceratese

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!