FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Dal PNRR fondi per 183mila euro per l’Istituto comprensivo “Gino Strada”

Coinvolti i plessi dislocati tra Monte Urano, Rapagnano, Magliano di Tenna e Torre San Patrizio

13.621 Letture
commenti
scuola, classe, banchi, aula scolastica

L’Istituto Comprensivo “Gino Strada” di Monte Urano è pronto a tuffarsi nel futuro con il “Piano Scuola 4.0”. La scuola ha infatti ottenuto, nell’ambito del PNRR 2021/26, un finanziamento di ben 183 mila euro, una somma importante che sarà impiegata per realizzare aule sempre più tecnologiche e innovative, in grado di valorizzare attitudini e talenti delle nuove generazioni. In altre parole, la scuola del domani.

Il “Piano Scuola 4.0” si pone come obiettivo la realizzazione di ambienti di apprendimento ibridi, che possano fondere le potenzialità educative e didattiche degli spazi fisici, concepiti in modo nuovo, e degli ambienti digitali. In particolare l’Azione 1, denominata Next Generation Classroom, prevede l’innovazione degli spazi, delle attrezzature e degli arredi scolastici, per renderli all’avanguardia e al passo con le possibilità offerte dalle nuove tecnologie.

Il progetto riguarda tutti i plessi di cui si compone l’I.C. “Gino Strada”, dislocato fra i Comuni di Monte Urano, Rapagnano, Torre S. Patrizio e Magliano di Tenna. Per ciascuno dei 4 poli scolastici si è cercato di valorizzare le potenzialità già insite nell’orientamento didattico delle varie sedi, perciò la progettazione ha richiesto un’attenzione particolare ed è stata accuratamente calibrata, anche con il coinvolgimento delle famiglie degli studenti.

Progettare la scuola del futuro e tracciare insieme la direzione che il rapporto educativo seguirà nell’interesse delle giovani generazioni è infatti un atto coraggioso di fiducia, che richiama ad una cittadinanza attiva e globale. È ciò che ha fatto l’I.C. “Gino Strada”, con un percorso partito a maggio dell’anno scorso, quando ha ottenuto il cospicuo finanziamento e l’agognato posizionamento nella graduatoria dei progetti ammessi. Da lì la scuola, in un percorso partecipato condiviso con le famiglie degli alunni, ha individuato le azioni migliori per l’inserimento in didattica di dotazioni e contenuti digitali (attrezzature, piattaforme, ambienti immersivi, app e software), per l’acquisto di arredi innovativi (flessibili, modulari e scrivibili) e per piccoli interventi edilizi di ammodernamento degli spazi scolastici.

In questi giorni stanno arrivando nelle diverse sedi i materiali e le attrezzature ordinati grazie ai fondi del Bando e a breve si ricomincerà con la formazione per l’utilizzo delle nuove tecnologie, già iniziata lo scorso anno. È infatti evidente come la trasformazione fisica e virtuale degli ambienti scolastici debba necessariamente andare di pari passo con il cambiamento delle metodologie e delle tecniche di apprendimento e insegnamento. Un’evoluzione di tale portata rimane incompiuta se non viene accompagnata da innovazioni didattiche, curricolari, organizzative, metodologiche e da un’adeguata formazione di personale e studenti per incoraggiare una cultura dell’apprendimento, dell’innovazione, del benessere emotivo e dell’inclusione.

Grazie al “Piano Scuola 4.0” gli studenti e gli insegnanti dell’I.C. “Gino Strada” hanno tutte le carte in regola, pronti a tuffarsi nel futuro e a vivere la scuola del domani.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!