FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Due le iniziative nel Fermano per l’Open Week sulla salute della donna

In programma martedì 18 e venerdì 21 aprile tra Porto San Giorgio e Fermo

1.302 Letture
commenti
Ospedale Murri

L’ospedale Murri di Fermo partecipa all’Open week sulla salute della donna organizzato dalla Fondazione Onda. Sono due i servizi gratuiti rivolti alla popolazione che verranno proposti nei prossimi giorni.

Il primo, a cura della Uoc di medicina interna – reumatologia, si svolgerà il 18 aprile, con l’esecuzione di una densitometria ossea senza radiazioni ionizzanti, a cura della dottoressa Antonella Farina. Gli esami si svolgeranno al distretto sanitario di Porto San Giorgio, al primo piano, dalle 8.30 alle 13.30. I posti sono limitati, è obbligatoria la prenotazione telefonica che si potrà effettuare giovedì 13 (ed eventualmente venerdì 14 aprile), dalle 10 alle 12, contattando il numero telefonico dedicato 3351996239.

La seconda iniziativa, a cura della UOC di neurologia, si terrà il 21 aprile, con esecuzione di elettromiografia del tunner carpale, da parte della dottoressa Isabella Paolino, all’ambulatorio neurologico alla sede ex Inam di Fermo in via Gigliucci 1, dalle 9 alle 14. Anche in questo caso i posti sono limitati e le prenotazioni obbligatorie, contattando nella mattinata del 18 aprile (ed eventualmente del 19 aprile), dalle 10 alle 12, il numero 3351996239. Possono richiedere l’esame le donne lavoratrici di età compresa tra 20 e 55 anni.

L’Open week promosso da Fondazione Onda tocca la sua ottava edizione, in occasione della Giornata nazionale della salute della donna che si celebra il 22 aprile. Le iniziative sono tese a promuovere informazione, prevenzione e cura tra le donne. Sono più di 250 le strutture sanitarie del network Bollini Rosa ad aver aderito e ad offrire gratuitamente servizi clinici, diagnostici ed informativi, sia in presenza che a distanza. “Il successo che l’(H)-Open week sulla salute della donna continua a riscuotere ci ricorda quanto sia fondamentale continuare ad occuparsi della salute femminile come valore in sé e come valore sociale, invitandoci ad agire sempre più concretamente”, commenta Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda.

 

da: AST Fermo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!