FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Montegiorgio: Il PIL – Paesaggi del benessere produce i primi frutti

Coinvolti anche i Comuni di Francavilla d'Ete, Magliano di Tenna, Torre San Patrizio e Rapagnano

Teatro all'aperto a Rapagnano

Si avvia verso la conclusione il Pil Paesaggi del benessere, nove progetti di enti pubblici e aziende che puntano al rilancio del territorio della media collina fermana.

Turismo rurale, percorsi verdi inclusivi per il benessere della comunità, nuovo servizi per la longevità attiva, promozione delle produzioni locali e dei valori della Dieta Mediterranea, sono i temi principali su cui i soggetti beneficiari del Progetto Integrato Locale del GAL Fermano si sono confrontati per un investimento complessivo di circa un milione di euro. Coinvolti i comuni di Montegiorgio (capofila), Francavilla d’Ete, Magliano di Tenna, Rapagnano e Torre San Patrizio, nuove imprese condotte da giovani e imprese esistenti che hanno ampliato l’offerta grazie al finanziamento FEASR nell’ambito del PSL 2014-2020.

Ieri, a Montegiorgio, la cabina di regia ha fatto il punto sullo stato di attuazione del Pil. Sono già visibili alcuni interventi strutturali: la prima realizzazione a Piane di Rapagnano dove il comune ha completato un’area verde attrezzata e coperta a servizio dell’asilo nido. Sempre a Rapagnano nel relais “Villa de Castelletta” è sorto un bellissimo teatro all’aperto per eventi già utilizzato in estate con grande successo. A Magliano di Tenna la storica Torre del Sud è stata ristrutturata e a breve i nuovi spazi saranno utilizzati per attività culturali, socio-ricreative e di promozione turistica.

In primavera ci sarà l’inaugurazione del nuovo parco “olistico” di Montegiorgio, con aree fitness accessibili anche ai disabili, attrezzato anche con un info-point turistico. Il parco di Villa Zara a Torre San Patrizio torna a nuova vita nel segno della scrittrice inglese Margaret Collier con le citazioni letterarie che ne segnano il cammino del nuovo percorso vita. Le tipicità alimentari sposano l’innovazione con il progetto di Luca Follenti che commercializzerà una stampante 3d a servizio di cuochi e pasticceri del territorio per rendere uniche le loro creazioni. A Francavilla D’Ete la casa di riposo Didari si arricchisce di nuovi servizi con corsi per l’educazione digitale e alimentare, la formazione artigiana e un orto biologico e sensoriale. Incoming e accoglienza con Galee Sibilline e Serena Travel, anche in sinergia portando un valore aggiunto al settore turistico.

Come sottolinea la facilitatrice del Pil, architetto Alessandra Panzini: “Il contatto tra diverse realtà ha giovato a tutti creando le premesse per collaborazioni che vanno oltre la realizzazione del progetto prevista per giugno. Ci avviamo quindi alla conclusione del progetto lasciando alle spalle le difficoltà della pandemia e aprendoci a nuove opportunità che si radicheranno sempre nei valori della ruralità e della qualità paesaggistica di questo territorio”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!