FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Nuovo dispositivo in dotazione alla Polizia Locale di Sant’Elpidio a Mare

Si tratta di uno strumento in grado di ottenere la mappatura 3D relativa agli incidenti stradali

2.001 Letture
commenti
Polizia Locale di Sant'Elpidio a Mare

Il Corpo di Polizia Locale del Comune di Sant’Elpidio a Mare ha al suo attivo l’uso di un nuovo dispositivo che consente una rilevazione del luogo del sinistro, del veicolo, della posizione, dei danni, di tutte le tracce e che permette di eseguire rilievi puntuali e precisi grazie alla tecnologia 3D.

Si tratta della nuova iCam3d®, dispositivo il cui utilizzo permette di ottenere un rilievo fotografico e planimetrico tridimensionale in un’unica operazione di acquisizione di dati tramite uno strumento apposito. Viene sfruttata un’emissione di un elevato numero di raggi, decine di migliaia, e al ritorno di tali raggi si dispone di una mappa della situazione per poter costruire il modello tridimensionale che consente di capire esattamente la situazione presentata agli agenti, anche la deformazione dei veicoli che può permettere di capire la velocità e la dinamica del sinistro. Il comune elpidiense è il primo nelle Marche ad utilizzare questa specifica tecnologia avanzata: si tratta di un investimento che fa seguito alle decisioni assunte in sede di comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presso la Prefettura di investire le Polizie Locali in materia di rilevamento dei sinistri stradali garantendo la presenza delle altre forze di Polizia a carattere statale prevalentemente in materia di prevenzione e repressione dei reati oltre che ordine e sicurezza pubblica.

Gli agenti di Polizia Locale hanno seguito, nei giorni scorsi, una specifica giornata formativa per il rilievo e lo sviluppo del sinistro stradale.

“La Polizia Locale si è dotata di un dispositivo innovativo – dice in merito il Sindaco, Alessio Terrenzi – che permette di avere diversi vantaggi quali la semplificazione delle attività in campo per il rilievo, la massima oggettivazione delle operazioni, la riduzione dei tempi di acquisizione dei dati e dei rischi legati ad eventuali errori o contaminazioni. I nostri agenti potranno, e siamo i primi nelle Marche a disporne, avere un collaboratore tecnologico che permette di rilevare tempestivamente gli incidenti in modo inoppugnabile. Ringrazio la ditta fornitrice per la capacità innovativa manifestata mediante l’ideazione del sistema e la professionalità con cui si relaziona costantemente con gli operatori di Polizia Locale”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!