FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“L’obiettivo è più importante della paura”

Intervista al titolare del Ciotti's Bar di Campiglione di Fermo, alle prese con le conseguenze derivanti dalla pandemia

2.089 Letture
commenti
Intervista al titolare del Ciotti's Bar di Campiglione di Fermo

Cos’è per voi il vostro barista di fiducia? Per qualcuno la sosta al bar è fugace, rapida, per via della fretta, quasi furtiva oserei dire; per altri è la prassi, un’esperienza fissa, una di quelle che ti fa sentire a casa ripetendo solennemente delle azioni come ‘chiedere il solito’, scegliere quale zucchero mettere nel caffè o come mescolarlo. La persona che accompagna quest’abitudine a volte diventa un amico, o forse addirittura un vero e proprio confidente, con cui ti sfoghi e a cui racconti i tuoi problemi. Qualcuno lo troverà esilarante, ma ci sono tutti i motivi per poter presumere che i baristi, al giorno d’oggi, sono grandi conoscitori dell’animo umano.

È interessante, per comprendere meglio questa pandemia e cosa ha causato socialmente parlando, vedere il covid attraverso gli occhi di un barista, che oltre a vivere in prima persona la pressione di questi continui cambi colore di regione, è testimone del pensiero della gente comune.

“Noi tutti abbiamo 5 emozioni, e in questo periodo i miei clienti vivono quella che maggiormente ti rovina, non ti permette di agire, la paura. Ci dice Denni Bernetti, proprietario del Ciotti’s Bar a Campiglione. Nessuno avrebbe scommesso sull’arrivo di una pandemia perché prevedere è molto più difficile (a volte impossibile) di trovare una soluzione dopo che il problema si è manifestato.

Ogni mattina, Denni si sveglia e appunta su un quaderno i suoi obbiettivi e fa di tutto per raggiungerli.
“Farei qualsiasi cosa per salvare mia figlia da una situazione di pericolo, ecco, vedo la mia attività come la mia creatura, quindi studio, mi informo sul mercato, cerco di capire quale migliore offerta dare ai miei clienti e in quale momento gliela sto dando.”

Secondo Denni, il modo migliore per affrontare una situazione del genere non è restare fermi ma studiare per conoscere, innovare e far sì che questo brutto periodo resti un cupo ricordo, che ci aiuterà in futuro a prevenire i problemi e combatterli per tempo.

Ad un certo punto dell’intervista, il barista di Ciotti’s Bar prende un foglio e disegna due punti. Uno scrive obbiettivo, sull’altro partenza, in mezzo a questi due puntini traccia linea spezzata aperta, piena di curve e dice: “Il percorso per il tuo sogno non sarà mai lineare, bensì pieno di ostacoli, momenti migliori e peggiori, ma solo se riusciremo con tutti noi stessi a renderli esperienze e non motivo del nostro fallimento, allora faremo un passo avanti verso il nostro obbiettivo”.

Omar Belà
Pubblicato Venerdì 2 aprile, 2021 
alle ore 17:15
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!