FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Sfruttamento della prostituzione nella costiera amalfitana, rinviati a giudizio in tre

Le indagini avevano preso avvio in seguito alla denuncia presentata da una giovane della provincia di Fermo

735 Letture
commenti
violenza sulle donne

C’è anche una 26enne di Porto Sant’Elpidio tra le tre persone rinviate a giudizio nei giorni scorsi per una vicenda relativa a dei festini privati riservati a personaggi famosi.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti a partire dalla denuncia di una 18enne del Fermano, nei mesi estivi del 2018 diverse ragazze provenienti dalle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno sarebbero state coinvolte in eventi che, nonostante le differenti promesse fatte loro, le avrebbero viste costrette a intrattenere rapporti sessuali con alcuni uomini facoltosi: ciò avrebbe avuto luogo in alcune ville situate lungo la costiera amalfitana.

Le successive indagini avevano portato all’incriminazione di tre individui – la 26enne di Porto Sant’Elpidio, un 43enne di Roma e un imprenditore campano di 57 anni – per i seguenti reati: minacce, estorsione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!