FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Esplosione mortale a Monte Urano, aperto un fascicolo per omicidio colposo

Sarebbe stata una fuga di gas a provocare il decesso del 29enne falconarese Giovanni Battista Cascone

774 Letture
commenti
tribunale, processo, udienza

Via libera all’apertura di un fascicolo a carico di ignoti per omicidio colposo: questa la decisione presa dal Tribunale di Fermo in seguito al decesso del 29enne Giovanni Battista Cascone, morto per un’esplosione avvenuta martedì 19 novembre a Monte Urano.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, a causare la potente deflagrazione che ha ucciso il giovane, originario della Campania ma residente da molti anni a Falconara Marittima, sarebbe stata una fuga di Gpl. Cascone sarebbe stato investito all’improvviso dall’esplosione mentre si trovava al lavoro nei pressi di una centralina, perdendo la vita praticamente sul colpo.

Diversi i sopralluoghi compiuti sul luogo della tragedia da parte di Carabinieri, Vigili del Fuoco e personale dell’Asur al fine di accertare l’esatta dinamica di quanto accaduto. La salma del 29enne sarà invece sottoposta ad esame autoptico su decisione della Procura della Repubblica fermana.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!