FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Mezza tonnellata di vongole sequestrate e sanzioni per 4.500 euro sulla costa di Fermo

Controlli a più riprese della Guardia Costiera. Prodotti privi di tracciamento e potenzialmente pericolosi per consumatori

1.200 Letture
commenti
Motovedetta della Guardia Costiera

Hanno interessato vari centri della costa della provincia di Fermo i ripetuti controlli volti al contrasto della pesca illegale, effettuati dalla Guardia Costiera di Porto San Giorgio, agli ordini della Capitaneria di San Benedetto del Tronto e del Centro Controllo Pesca di Ancona.

In totale, i militari hanno sequestrato 500 chilogrammi di vongole per le quali non erano rispettate le norme sulla tracciabilità del prodotto e per tale motivo rappresentavano un potenziale pericolo per la salute dei consumatori finali. Le vongole sarebbero probabilmente finite in vendita attraverso canali illegali.

Oltre ai sequestri di prodotti ittici che, ancora vivi, sono stati rigettati in mare, gli uomini della Guardia Costiera hanno provveduto ad elevare sanzioni ai trasgressori per un ammontare totale di 4.500 euro. Due natanti e due pattuglie di terra, per un totale di dodici uomini, sono stati impiegati nell’operazione.

I controlli sulle attività della pesca, attuati dalle Capitanerie di Porto e dalla Guardia Costiera, proseguono per tutelare il consumatore finale, la fauna ittica e i pescatori che svolgono il loro lavoro rispettando norme e regolamenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!