FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Fermato dalla Polizia, scatta la perquisizione in casa a Fermo: aveva oltre tre chili di hashish

Finisce in manette un 34enne marocchino a Lido Tre Archi, sospettato di essere un riferimento per chi fa uso di stupefacenti

1.582 Letture
commenti
Arresto, manette

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fermo ha svolto una serie di servizi straordinari di controllo del territorio, concentrati tra la mattinata di giovedì 20 e nella serata di venerdì 21 aprile. In particolare, nel pomeriggio del 20 aprile, è stata svolta un’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, che ha consentito alla Polizia di arrestare un cittadino marocchino trovato in possesso di oltre 3 chilogrammi di hashish di ottima qualità.

In particolare, nel primo pomeriggio, gli uomini della Sezione Anticrimine del Commissariato, appostati nel quartiere Lido Tre Archi, hanno notato la presenza di un 34enne marocchino, che si stava avvicinando a piedi. L’uomo, già nel mirino della Polizia per essere sospettato di essere punto di riferimento per giovani tossicodipendenti che si recano sul posto per rifornirsi degli stupefacenti di cui fanno uso, è stato fermato dagli agenti e sottoposto ad un accurato controllo.

Il marocchino ha immediatamente manifestato evidente nervosismo, tanto da indurre i poliziotti a proseguire gli accertamenti, perquisendo la sua abitazione. Una volta nell’appartamento, gli agenti sono riusciti a rinvenire, in un cassetto della cucina, un panetto avvolto nel cellophane che conteneva circa 100 grammi di hashish. Sul lato del panetto era stampato il marchio Volvo.

Proseguendo nella perquisizione, all’interno del forno è stato trovato un ovulo, anche questo confezionato con il cellophane, contenente circa 10 grammi della stessa sostanza. Ritenendo l’uomo in possesso di quantità maggiori di stupefacente, i poliziotti hanno proseguito smontando il basamento della cucina e da sotto il mobilio sono usciti altri tre involucri, confezionati con del nastro da pacchi.

Una volta rientrati nei propri uffici, gli agenti, con l’ausilio del personale della Polizia Scientifica, hanno provveduto a disimballare i tre involucri: in ognuno di essi si trovavano 10 panetti di hashish del peso di circa 100 grammi ciascuno. I due panetti posti all’estremità dei tre imballi riportavano la scritta Volvo.

La sostanza stupefacente posta in sequestro, se immessa sul mercato, avrebbe consentito un ricavato non inferiore ai 150 mila euro. Considerata la quantità di stupefacente rinvenuto e sequestrato, l’uomo è stato dichiarato in arresto e condotto presso il carcere di Fermo, dove resta a disposizione della locale Procura della Repubblica. L’arresto è stato poi convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari.

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fermo continua senza sosta la zelante attività di prevenzione e repressione dei reati sia in ambito predatorio che in ambito di contrasto all’uso e spaccio di sostanze stupefacenti lungo la costa fermana ed in particolare nel quartiere Lido Tre Archi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!