FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Verrà siglato a Sant’Elpidio a Mare il patto di amicizia con la città di Varpalota

Dal 30 luglio a 1° agosto, giornate di cultura ungherese nel territorio elpidiense, di Grottazzolina, Ortezzano e Montelparo

1.654 Letture
commenti
Incontro a Sant'Elpidio a Mare con il sindaco di Varpalota

Si consolida il rapporto di amicizia tra la Città di Sant’Elpidio a Mare e la Città Ungherese di Varpalota. Dopo la positiva esperienza vissuta con le “Giornate di cultura italiana a Varpalota” a cui hanno partecipato il Comune di Sant’Elpidio a Mare, di Grottazzolina e Confcooperative Marche, in adesione ad un progetto ideato dalla città ungherese di Varpalota, è il momento di riproporre un’esperienza analoga nel territorio elpidiense.

Dal 30 luglio al primo agosto una delegazione di cittadini ungheresi, provenienti dalla Città di Varpalota, saranno presenti nel fermano e faranno tappa a Sant’Elpidio a Mare per la sigla di un patto di amicizia che verrà formalizzato domenica sera, durante La Città Medioevo, con una cerimonia in abiti d’epoca.

Saranno coinvolti anche i comuni di Grottazzolina – città già gemellata con Varpalota – Ortezzano e Montelparo dove gli ospiti ungheresi si recheranno in visita nei tre giorni di permanenza in Italia.

Per Sant’Elpidio a Mare il momento clou della visita degli ungheresi sarà la cerimonia nel corso della quale sarà stretto un patto d’amicizia tra la Città di Sant’Elpidio a Mare e Varpalota: sarà una cerimonia istituzionale molto particolare visto che è stata inserita in seno alle iniziative in programma per La Città Medioevo, domenica 31 luglio alle ore 21.30, e sarà una cerimonia in abito d’epoca.

Il Sindaco di Varpalota, Marta Talaber, così come il Sindaco di Sant’Elpidio a Mare, Alessio Terrenzi, saranno protagonisti assieme ai loro collaboratori di un momento istituzionale molto singolare e sentito: singolare per via del contesto storico in cui sarà proposto, molto sentito visto che l’amicizia tra le due città prenderà formalmente corpo con un atto istituzionale pienamente valido ed efficace.

Lunedì primo agosto alle ore 19.00 sarà proposta la degustazione gratuita di prodotti tipici ungheresi in piazza Matteotti per concludere con uno spettacolo di musica e danza in piazza Matteotti con il gruppo Funthomas BAND.

Nei tre giorni di presenza degli ungheresi nel fermano, gli ospiti si sposteranno anche a Grottazzolina per partecipare alla rievocazione storica “I giorni di Azzolino”, a Montelparo ed Ortezzano.

“Dopo aver fatto conoscere con immagini e racconti le caratteristiche delle nostre rievocazioni storiche ai cittadini di Varpalota, in occasione della recente trasferta in Ungheria – sottolinea l’Assessore alla Cultura e Turismo Stefania Torresiora abbiamo l’occasione di far vivere in modo diretto, a quegli stessi cittadini, un tuffo nel passato rendendoli partecipi delle due rievocazioni che sono in corso in questi giorni”.

“E’ un piacere per noi ospitare il sindaco di Varpalota e la sua delegazione – osserva il Sindaco, Alessio Terrenzie ricambiare l’ospitalità ricevuta a suo tempo. Questo gemellaggio sarà un’altra occasione di promozione turistica per la nostra città e per tutto il territorio fermano. Ringrazio l’Ente Contesa del Secchio, le Contrade Storiche e le Delegazioni Foranee per aver collaborato con noi nell’organizzazione di questo gemellaggio e sono certo che, oltre all’aspetto istituzionale, resterà nei nostri ospiti un positivo ricordo della nostra terra.

Una terra che ha tanto da offrire sia sul fronte storico-culturale che turistico ed anche commerciale. E non posso non ricordare la figura di Egidio Lattanzi, nostro concittadino recentemente scomparso: il rapporto d’amicizia con Varpalota è il frutto di una collaborazione messa in piedi con lui e rafforzata di anno in anno, ogni volta che con la Podistica Valtenna si recava con tanto entusiasmo nella cittadina ungherese di cui è diventato anche cittadino onorario. Mi spiace che non abbia potuto ricordare questo momento istituzionale così importante ma sono certo che avemo la sua benedizione, pur non essendo più tra noi!”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!