FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Prosegue a Fermo la lotta agli abbandoni dei rifiuti: sanzioni e denunce in arrivo

Elevati verbali dalla Polizia Municipale per conferimenti impropri rinvenuti in viale Trento e in zona San Tommaso

283 Letture
commenti
Controlli della Polizia Municipale per conferimenti impropri di rifiuti

Le due facce della stessa medaglia: mentre da un lato sempre più cittadini si impegnano fattivamente per eseguire la raccolta differenziata, raggiungendo risultati superiori alla media comunale nei nuovi quartieri serviti dai sistemi informatizzati,  dall’altro c’è chi continua a fare il furbo e preferisce caricare i propri rifiuti in macchina per percorrere anche lunghi viaggi pur di abbandonarli in maniera indiscriminata presso le poche isole ecologiche cittadine ancora datate dei vecchi cassonetti.

Fortunatamente, nei confronti di questi ultimi, Personale della Fermo Asite, della Polizia Municipale e della Lida (Guardie zoofile), in molti casi sono risaliti al responsabile sanzionandolo come da regolamento e procedendo con una denuncia penale.

Questa volta, oltre all’ordinaria attività di controllo, la task force anti abbandoni si è mossa su sollecitazione di alcuni cittadini residenti nelle vie adiacenti al Polo Scolastico di Viale Trento, i quali nel loro quartiere avevano segnalato un traffico anomalo di macchine che ogni mattina transitavano ed approfittavano della presenza di un’isola ecologica per lasciare sistematicamente in terra sacchetti di rifiuti.

Sono stati rinvenuti sacchi e cartoni anche di rifiuti speciali, ma fortunatamente, da un’analisi approfondita, si è potuto anche risalire a chi, contravvenendo alle nuove regole sulla raccolta differenziata che va fatta nelle isole ecologiche informatizzate, ha abbandonato in modo indiscriminato ogni sorta di rifiuto indifferenziato.

Sono stati trovati anche scarti di pellami e rifiuti speciali provenienti da un’azienda con sede in un comune limitrofo per i quali si procederà mediante denuncia penale.

“Siamo purtroppo costretti a porre in essere controlli attenti e costanti soprattutto per dissuadere coloro che con il loro comportamento  deturpano la nostra città e l’ambiente circostante – ha detto l’Assessore all’Ambiente Alessandro Ciarrocchi –  Sono sempre convinto che la miglior forma di incentivazione alla raccolta differenziata sia premiare i cittadini virtuosi e su questo stiamo lavorando, ma parallelamente continueremo a perseguire i comportamenti illeciti e contrari alla morale ed alla buona educazione anche per rispetto di coloro, e sono tanti, che si impegnano collaborando fattivamente per il bene comune”.

Prosegue l’azione dissuasiva nei confronti di conferimenti impropri di rifiuti anche mediante l’ausilio del sistema di videosorveglianza – ha detto l’assessore alla Polizia Municipale Mauro Torresi – sistema di cui sono dotate le isole ecologiche informatizzate. Qualche giorno fa nell’ambito delle azioni di controllo e monitoraggio del territorio agenti della Polizia Municipale di Fermo hanno rinvenuto in zona S. Tommaso rifiuti speciali: grazie alle immagini della videosorveglianza sono riusciti a risalire agli autori, i cui reati verranno perseguiti a norma di legge”.

L’azienda Asite tiene a precisare che nessuna sanzione è stata mai elevata per coloro che conferiscono regolarmente nella propria isola ecologica informatizzata, anche nei rari casi in cui è risultata errata la tipologia di conferimento o comunque non corretta la procedura.  I soggetti sanzionati sono coloro che abbandonano i rifiuti fuori dalla loro area di residenza o comunque abbandonano i sacchetti fuori dalle isole ecologiche, e molto spesso sono cittadini di comuni limitrofi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!