FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Presunto plagio su brevetti calzaturieri. Loriblu respinge ogni addebito

La società guidata da Cuccù e Pilotti dopo accuse del calzaturificio Principe di Bologna: "Infondatezza condivisa da Tribunale di Fermo"

5.963 Letture
commenti
Annarita Pilotti

Porto Sant’Elpidio, 18 febbraio 2016.
Riguardo l’articolo apparso sul Corriere Adriatico il 17 febbraio, l’azienda Loriblu precisa quanto segue.

In merito alla notizia di una denuncia presentata dal Calzaturificio Principe di Bologna di Torre San Patrizio (FM), la Loriblu precisa di aver subito contestato nelle opportune sedi giudiziarie la fondatezza degli addebiti mossi nei suoi confronti dal denunciante, sostenendo l’insussistenza di ogni ipotesi di reato a suo carico, insussistenza condivisa dal tribunale del riesame di Fermo, che con ordinanza del 7 gennaio 2016, ha escluso ogni ipotesi di contraffazione a carico di Loriblu.

Il Tribunale, infatti, ha dichiarato che non sussiste alcun elemento della fattispecie di reato denunciata dal Calzaturificio Principe di Bologna.

Ci riserviamo di intraprendere in ogni sede le azioni legali volte alla salvaguardia della integrità ed immagine della compagine aziendale ed alla tutela del nostro lavoro e di quello dei nostri dipendenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!