FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

A Marassi c’è Sampdoria-Milan: Quagliarella sfida Ibra

Almeno uno dei due andrà a segno?

444 Letture
commenti
campo-calcio-pallone

Il mese di dicembre prevedrà molte partite curiose e da non sottovalutare, prima della sosta natalizia del campionato. Una di queste è indubbiamente Sampdoria-Milan: una sfida tra veri bomber di razza come Quagliarella e Ibrahimovic, entrambi vincitori della classifica dei marcatori in passato.

Stiamo parlando di due attaccanti che sono entrati di diritto nella storia della Serie A, non solo per la lunga militanza. Seppur in maniera diversa, sia lo stabiese sia lo svedese hanno regalato perle di rara fattura: se Fabio ci mette la classe, Zlatan ci mette la potenza. Se il doriano segna con un colpo di tacco, il rossonero si esibisce in una mossa di taekwondo.

Va da sé che in una gara del genere ci si aspetta un grande spettacolo, oltre che tanti gol. La Sampdoria sta ottenendo risultati altalenanti con Ranieri, artefice di una salvezza ottenuta con largo anticipo l’anno scorso. A buone prestazioni si sono alternate però giornate storte, come quella che ha procurato la sconfitta dei blucerchiati a Cagliari. I liguri devono ancora trovare la giusta continuità, ma possono contare su qualche elemento davvero interessante, come il terzino sinistro Augello, che qualche addetto ai lavori gradirebbe vedere persino in nazionale. Gabbiadini è rimasto a lungo fermo ai box, ma insieme a Quagliarella c’è l’ex Lazio Keita Baldé a rimpolpare la zona offensiva. Per Candreva, dai freschi trascorsi interisti, c’è invece odore di derby. Le motivazioni non mancano.

Al di là di Ibrahimovic, il “Diavolo” non presenta di certo tantissime stelle di valore internazionale. Donnarumma è ancora in rampa di lancio, non ha molta esperienza al di fuori del campionato italiano e spesso si produce in qualche papera di troppo. Romagnoli e Kjaer, invece, sono affidabili in difesa. A centrocampo Tonali deve ancora esplodere. Se c’è Ibra, i vari Saelemaekers, Calhanoglu e Rafael Leao sembrano rendere meglio. A quasi 40 anni Zlatan è ancora uno dei giocatori più carismatici e incisivi d’Europa, non solo per i gol realizzati. Da quando è tornato al Milan a gennaio, la squadra si è trasformata. Senza Ibra, probabilmente, oggi non sarebbe stato Stefano Pioli l’allenatore dei rossoneri. Negli ultimi mesi il Milan ha inanellato una serie spaventosa di risultati utili, tra cui una bella vittoria in rimonta contro la Juventus e il successo ai rigori contro il Rio Ave, ai preliminari di Europa League.

Quali armi dovrà adottare la Sampdoria per avere la meglio su un avversario che vola sulle ali dell’entusiasmo? Le ambizioni dei liguri non sono ovviamente paragonabili a quelle dei meneghini, il cui scopo è quello di tornare in Champions League. Considerando l’andamento attuale del “Diavolo” e i precedenti dell’Atalanta nelle ultime due stagioni, niente vieta al Milan di tornare a calcare i massimi palcoscenici europei, quelli che hanno fatto la storia rossonera, ma che non vede addirittura dal 2014. Già nel 2013 la qualificazione in campionato arrivò per un soffio.

In un match come Sampdoria-Milan saranno tanti i parametri da tenere sotto la lente di ingrandimento. Lo sanno bene anche gli amanti del betting. Di fronte a partite con attaccanti tanto validi, reperire informazioni sul miglior metodo scommesse live sul prossimo gol può risultare fondamentale. Sia Quagliarella sia Ibrahimovic sono rigoristi. Almeno uno dei due andrà a segno?

Redazione Fermo Notizie
Pubblicato Venerdì 20 novembre, 2020 
alle ore 15:35
Tags
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!