FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Passi avanti a Porto Sant’Elpidio per la realizzazione del progetto “Pse Outlet Village”

L'assessore Amurri: "Abbiamo arricchito e rinnovato il concetto di shopping tour perseguito negli anni passati"

Elena Amurri

Un progetto che possa valorizzare ed agevolare le attività produttive del territorio in un momento di crisi e soprattutto, favorirne la conoscenza da parte dei turisti. Questo è l’obiettivo ambizioso di Pse Outlet Village, il progetto promosso dall’Assessorato al Turismo e Commercio che unirà l’eccellenza artigianale calzaturiera e pellettiera di Porto Sant’Elpidio con il piacere dell’happy hour.

Tutti i factory store e le rivendite aziendali cittadine che vorranno aderire saranno riunite in una brochure-cartina tematica che porterà il turista direttamente nelle fabbriche per acquistare scarpe, borse ed abbigliamento di eccellente qualità a prezzi molto più bassi rispetto ai canali commerciali tradizionali. All’esperienza dello shopping, per la prima volta, sarà legata anche quella enogastronomica, attraverso la convenzione con i bar e le pizzerie aderenti che offriranno una bevanda per l’aperitivo, dietro la presentazione dello scontrino di acquisto negli outlet del circuito.

«Abbiamo arricchito e rinnovato il concetto di shopping tour perseguito negli anni passati». Dice l’Assessore al Turismo e Commercio Elena Amurri. «In linea con la diffusione del  turismo esperienziale vorremmo che per chi visita Porto Sant’Elpidio lo shopping rappresenti sempre più un reale polo di attrazione. Durante i mesi estivi, pur con le limitazioni causate dal Covid, numerose sono state le richieste di un elenco degli outlet, anche turisti che hanno soggiornato in altre località sono passati da Porto Sant’Elpidio attirati dalle rivendite aziendali di scarpe e non solo. Mi sono chiesta come si potesse rendere ancor più attraenti i nostri spacci aziendali e la risposta è arrivata dagli stessi turisti che dopo gli acquisti potranno rilassarsi in compagnia in uno dei nostri bar o nelle pizzerie al taglio per godersi l’happy hour.

Naturalmente il progetto sarà accompagnato dalla consueta attenzione alla comunicazione, le brochure verranno distribuite e inviate agli Iat anche fuori regione. Nel rispetto delle normative anti Covid per il momento sarà privilegiata la forma digitale in attesa di poter tornare presto anche alla comunicazione tradizionale. Saranno inoltre aperti anche canali facebook ed Instagram per pubblicizzare ulteriormente gli outlet che aderiranno. Ho voluto indirizzare la collaborazione ai bar che, rappresentano una importante fetta del nostro tessuto commerciale ma restano spesso esclusi da altre iniziative più mirate alla ristorazione. Credo che in questo frangente in particolare sia doveroso ripensare i modelli di comunicazione per agevolare le nostre aziende nella ripresa economica. Il progetto verrà presentato a breve alle realtà produttive e commerciali della città, potrà essere rimodulato nei dettagli ascoltando le esigenze di commercianti e aziende e si concretizzerà a ridosso della festa del Patrono San Crispino».

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!