FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Successo per l’iniziativa “Lagrù Click” nel corso dell’emergenza Coronavirus

Il presidente Palmieri: "Il teatro è un'altra cosa, per questo dopo il 4 maggio abbiamo interrotto le iniziative online"

Teatro

Ottimi risultati per “Lagrù Click”, la programmazione streaming dell’Associazione Lagrù nata durante il lockdown: nell’arco di 2 mesi sono state trasmesse 61 dirette, raggiungendo oltre 125.000 visualizzazioni e picchi di 350 spettatori collegati contemporaneamente. Gli artisti dell’Associazione Lagrù, come Piero Massimo Macchini, Cesare Catà, i Rishow, Lagrù Ragazzi, Lucia Berdini e il Club Prestigiatori del Fermano, trasmettendo da casa, hanno riadattato i repertori per il web e cercato di restituire il coinvolgimento di uno spettacolo da vivo: da Shakespeare al Provincialotto, dai burattini alla magia, all’improvvisazione teatrale, yoga della risata, Marche-ting.

“I numeri fanno riflettere, sono indicatori della voglia di socialità, di ridere, ma anche di pensare, espressa da migliaia di persone nelle delicatissime settimane della quarantena. Ma attenzione: non chiamiamolo teatro”. Lorenzo Palmieri, presidente di Lagrù, su questo aspetto è netto: “Il teatro è un’altra cosa. Per questo dopo il 4 maggio abbiamo interrotto le iniziative online. Abbiamo deciso di fermarci perché crediamo che questa forma di spettacolo possa andare bene per un periodo di emergenza e non vogliamo rassegnarci al fatto che sia l’unica possibile in futuro. Aspettiamo delle regole da parte di Governo e Regione per poter ripartire con gli spettacoli dal vivo già da questa estate”.

Palmieri ricorda che è in atto un confronto tra AGIS e il Ministro Franceschini “ma purtroppo – dice – decisamente in ritardo rispetto agli altri settori produttivi. Siamo pronti, ad esempio, con la 31° edizione del Festival I Teatri del Mondo a luglio, ma chiediamo protocolli chiari da seguire come avvenuto per bar, ristoranti e spiagge”.

Ringraziamo il pubblico che ha sostenuto Lagrù sia moralmente che attraverso le donazioni: grazie all’iniziativa “Macchini a domicilio” – dice Palmieriinoltre, abbiamo raccolto più di 3.000 euro per l’ospedale Murri di Fermo”.

 

da: Associazione Lagrù

Redazione Fermo Notizie
Pubblicato Venerdì 15 maggio, 2020 
alle ore 17:47
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!