FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Deposito di duemila mq di rifiuti pericolosi: denunciati risiedono a Montegranaro e Ancona

Migliaia di pneumatici, elettrodomestici e altre apparecchiature erano pronti ad essere spediti illegalmente in Ghana

609 Letture
commenti
carabinieri, auto, gazzella, 112

Sono stati identificati e denunciati dai Carabinieri della Compagnia di Fermo i delinquenti che da Montegranaro avevano dato origine ad un vero e proprio sistema di controllo del traffico di rifiuti, che dall’Italia settentrionale venivano illegalmente destinati in Africa.

Destinatari delle denunce, due ghanesi, uno residente a Montegranaro, uno ad Ancona, che sono ora nei guai per la gestione illecita dei rifiuti, il loro getto e il tentativo di spedirli oltre confine.

I Carabinieri sono partiti da alcune segnalazioni, riferite a rifiuti presenti nel Fermano: è emerso un deposito abusivo di pneumatici e apparecchiature elettroniche in via Fermana Nord, individuato grazie alla sinergia tra la Compagnia di Fermo e della stazione di Montegranaro, il Nucleo Operativo Ecologico di Ancona, il Nucleo Elicotteri di Forlì.

Nell’area di stoccaggio, ora sequestrata, di circa duemila metri quadri, oltre seimila pneumatici, oltre a elettrodomestici fuori uso e molti altri rifiuti classificati come più o meno pericolosi: il tutto completamente allo scoperto e a diretto contatto con il terreno. Il tutto, secondo quanto appurato dalle indagini, era in partenza verso il porto di Genova, da cui sarebbe poi stato imbarcato su una nave container diretta in Ghana.

La prassi sarebbe consolidata: spedizioni analoghe, anche da altri porti italiani, sono state ricondotte ai due uomini, ora denunciati.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!