FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Carifermo: nominato il nuovo CDA

Alessandra Vitali Rosati giunge al termine del mandato di Amministratore Delegato. L'Assemblea approva il bilancio 2018

Torre e Palazzo Matteucci - sede Carifermo

Il 30 aprile l’Assemblea dei soci della Carifermo Spa ha approvato all’unanimità il bilancio dell’esercizio 2018 della Banca e nominato il Consiglio di Amministrazione per il triennio 2019-2021.

Il nuovo CdA risulta composto da Amedeo Grilli, Emilio Lanciotti, Renato Mazzocconi, Marchetto Morrone Mozzi, Silvano Sassetti, Renato Torquati, Maurizio Virgili (designati dal socio Fondazione Carifermo), Andrea Livio, Giuseppe Malvetani e Carlo Vimercati (designati da Intesa Sanpaolo Spa).

Il Collegio Sindacale è presieduto da Giancarlo Olivieri, affiancato da Michele Viggiano e da Stefano Cominetti.

Alessandra Vitali Rosati giunge al termine del mandato triennale di Amministratore Delegato di Carifermo. Ha guidato la Banca con straordinaria capacità e con competenza, coinvolgendo tutte  le persone e rafforzando in tutti il senso di appartenenza.

Il Direttore Centrale Marchetto Morrone Mozzi e il Responsabile della Direzione Crediti Emilio Lanciotti, cessato il rapporto di lavoro dipendente della Banca, entrano a far parte del Consiglio di Amministrazione. Un rinnovo del CdA nel segno della valorizzazione delle risorse interne e del riconoscimento delle professionalità che si sono contraddistinte durante il percorso lavorativo con rigore e autorevolezza, dimostrando sempre un forte legame con l’azienda.

Il nuovo CdA si riunirà lunedì 6 maggio per nominare il Direttore Generale e gli altri organi societari.

Soddisfazione per i numeri del bilancio sono stati espressi, oltre che dalla Fondazione, anche dalla partecipante Intesa Sanpaolo. Pur in presenza di forti accantonamenti prudenziali, l’utile netto dell’esercizio 2018 chiude ad 1 milione e 570 mila euro. La Cassa di Risparmio di Fermo Spa si conferma solida e patrimonializzata, chiudendo l’esercizio con un Common Equity tier 1 (Cet1) che si attesta al 15,09%, ampiamente al di sopra dei requisiti di Vigilanza. Risultato di raro rilievo che consentirà, nel prosieguo, di operare in piena autonomia dando forza e sostegno ai vari progetti di sviluppo locale.

Al termine del triennio di gestione con a capo l’Amministratore Delegato Alessandra Vitali Rosati la Banca va a ripristinare l’ordinario modello che prevede la figura del Direttore Generale dipendente e la nomina del Comitato Esecutivo,” afferma il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo Alberto Palma. “La Fondazione, nel salutare Alessandra Vitali Rosati, esprime stima e gratitudine per il grande lavoro svolto in questi tre anni con dedizione, impegno e professionalità. La Banca proseguirà ora nel solco di tale suo lavoro, con il contributo dei suoi più stretti collaboratori, ai quali la Fondazione rivolge i migliori auguri”.

Nell’indirizzo di saluto a tutta la struttura Alessandra Vitali Rosati dichiara “Il viaggio che abbiamo fatto non si conclude qui: vi affido i nostri progetti, gli obiettivi coraggiosi, le mete ardite. Sono sicura che saprete dare continuità al sentiero sin qui percorso, perseguendo e superando gli obiettivi che ci siamo dati, al servizio di Carifermo e dei suoi Clienti. I miei più affettuosi auguri, a voi tutti, alla Cassa di Risparmio di Fermo e alla Fondazione.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!