FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

A Sant’Elpidio a Mare il documentario sulle leggi razziali “1938 – Diversi”

Tre appuntamenti al Cicconi in occasione del Giorno della Memoria

Cinema, film

Triplo appuntamento in programma al Cicconi  di Sant’Elpidio a Mare in occasione della Giornata della Memoria e ad ottant’anni dalle leggi razziali.
L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Circolo del Cinema Metropolis e Nuovo Cinema Cunicchio propone per lunedì 28 gennaio la proiezione del documentario “1938 – Diversi”.

Era il 1938 e il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli. Come fu possibile tutto questo? E quanto sappiamo ancora oggi di quel momento storico?

In occasione dell’80° anniversario della promulgazione delle leggi razziali in Italia, la Tangram Film di Roberto e Carolina Levi ha realizzato in collaborazione con Sky Arte, Piemonte Film Fund, MiBACT, AB Groupe e AAMOD il documentario “1938, Diversi” scritto da Giorgio Treves e Luca Scivoletto per la regia di Giorgio Treves.

“1938, Diversi” vuole ripercorrere ciò che comportò per la popolazione, ebraica e non, l’attuazione di quelle leggi e, in particolare, i sottili meccanismi di persuasione messi in opera dal fascismo. Il documentario illustra anche la forte componente del razzismo presente nel regime fascista fin dal suo inizio per tradursi poi nella militarizzazione del popolo italiano, nell’esaltazione della romanità, nella conquista dell’Africa Orientale e infine nelle leggi antisemite e nell’alleanza con Hitler.

Al mattino sono previste due proiezioni per le scuole: alle 9.00 per le classi II e III della scuola secondaria e alle ore 11.00 per il Tarantelli. In serata, alle ore 21.30 il film sarà proposto nell’ambito della rassegna “Apriti Cinema”. Per le proiezioni delle ore 11.00 e per quella serale è prevista la presenza del regista Giorgio Treves.

“Per noi è un onore – dice l’Assessore Gioia Corvaroavere la presenza del regista, nonostante la contemporanea proiezione del suo film anche in altre sale. Sono certa che sarà una toccante esperienza per gli spettatori, fin dai più giovani per arrivare al pubblico adulto serale”.

“Si tratta di un documentario purtroppo molto attuale – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzied esamina il ruolo della propaganda e l’origine della diffusione del clima d’odio. Tristemente attuale”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni