FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Volley, Serie A2: Piacenza è un treno, la M&G Videx Grottazzolina non ha scampo

Ancora una trasferta difficile per i ragazzi di Ortenzi, che pagano la mancanza di lucidità in alcuni momenti chiave del match

551 Letture
commenti
Gas Sales Piacenza - M&G Videx Grottazzolina

Impegno di prim’ordine per la Videx che al PalaBanca di Piacenza affronta la corazzata Gas Sales, seconda in classifica e rinforzata, rispetto alla gara di andata, dall’arrivo del centrale Alessandro Tondo dalla Revivre Milano militante in Superlega.

Big match dunque, tra due formazioni che stanno veleggiando nelle primissime posizioni sin dall’inizio del campionato, sebbene create con ambizioni e budget totalmente diversi la scorsa estate. Il match è preceduto da un minuto di raccoglimento in onore di Carlo Baldini, figura storica della pallavolo piacentina, recentemente scomparso; presente in tribuna anche Paola De Micheli, presidente della Lega Pallavolo, omaggiata con un mazzo di fiori al termine del primo set.

In campo – Coach Botti si affida alla formazione vincente nelle ultime uscite con Paris palleggiatore opposto a Fei, Mercorio e Yudin schiacciatori, Tondo e Copelli centrali con Fanuli libero; Grottazzolina risponde con Marchiani in cabina di regia in diagonale con Calarco, Centelles e Vecchi di banda, Gaspari e Cubito al centro con Romiti a dirigere le operazioni di seconda linea.

La gara – E’ di marca Videx la prima battuta, ma è Yudin a mettere a terra il primo pallone del match, così come il secondo; l’ace di Fei sigla il primo break, con Paris subito ad allungare sul 4-1. Il muro di Vecchi su Fei accorcia il gap, ma quando Calarco invade col piede il campo avversario è già 8-4 per i rossi. Ancora Vecchi ad accorciare in mani out, lungo lo scambio chiuso da Gaspari per il 10-8; Fei però dal servizio fa malissimo e sul 12-8 Ortenzi è costretto al time out. Devastante il turno di servizio dell’ex Nazionale, tanto che quando Calarco si porta al servizio siamo già sul 15-8. I muri di Cubito (su Fei e Mercorio) provano a tenere in vita la Videx (17-13), ma Klobucar (neo entrato) fa altrettanto su Gaspari e Calarco ed il 22-13 è davvero impietoso; l’ennesimo muro piacentino chiude sul 25-14 un primo parziale totalmente a senso unico, con la Gas Sales nettamente superiore in ogni fondamentale.

Il secondo set vede la Videx per la prima volta in vantaggio, con Vecchi in apertura; vantaggio che dura inesorabilmente fino a che al servizio non si porta Fei (4-3), che poi però sbaglia anche un attacco permettendo a Centelles di portare i suoi sul 5-7. Il servizio locale prende però di mira il cubano che va sotto pressione e subito si torna in parità a quota nove; Marchiani mura ad uno Fei per il doppio vantaggio Videx (10-12), si vendica il capitano dei rossi dai nove metri e con due aces consecutivi Piacenza torna in vantaggio 15-13. Cambia la diagonale Botti, dando spazio al giovanissimo duo Ceccato-Beltrami, Tondo al servizio abbatte Centelles per il 18-15; dentro pure Klobucar per Mercorio, e quando puoi permetterti un cambio del genere per gli altri c’è davvero poco da fare. Ingenua la Videx negli scontri a rete, furba invece Piacenza a giocare anche d’astuzia quando serve (20-16). Ortenzi vede Centelles in grossa difficoltà e lo sostituisce col classe 2000 Di Bonaventura, spazio anche per Ingrosso al posto di Yudin; l’accelerata di Piacenza non lascia scampo e quando Vecchi si ritrova davanti il muro di Fei e Tondo (roba che con la A2 centra davvero poco) passare diventa un’impresa (24-18). La reazione della Videx c’è, con un paio di difese e rigiocate importanti; la distanza è però ormai enorme e Tondo chiude sul 25-21 con un primo tempo che le mani del muro indirizzano in tribuna.

Nel terzo set spazio da subito per Klobucar tra le fila locali; i primi scambi sono all’insegna dell’equilibrio, con la Videx che riesce a farsi preferire di una lunghezza fino al break di Vecchi che arriva sul 8-10. Piacenza ha l’occasione di tornare in parità sul servizio di Marchiani fuori di un miglio, ma Vecchi dimostra di crederci e prima con un diagonale, poi con due aces consecutivi costringe Botti al time out sul 10-14. Sul campo Gas Sales dentro Mercorio per Yudin, per irrobustire la seconda linea; è Paris tuttavia a fare la differenza, prima con un tocco di seconda da altezze siderali, poi con un servizio insidioso che obbliga Ortenzi a fermare il gioco sul 14-15. Marchiani serve su un piatto d’argento Calarco senza muro, l’errore dell’opposto rimanda Piacenza in parità; è sempre lui però a farsi perdonare con un pallonetto che porta la Videx sul 18-20. Vecchi stoppa Fei con un monster block, Klobucar risponde due volte con altrettante diagonali di potenza per il 21-23; il set point lo regala Paris direttamente dai nove metri, chiude Calarco (22-25) in mani out riaprendo i giochi che dopo i primi due parziali sembravano davvero destinati a rapida conclusione.

Subito sopra di due la Videx in avvio di quarto parziale, prima con Calarco poi con Marchiani a muro; parità immediata però dei padroni di casa. Quando Fei attacca sull’asta è nuovamente Grottazzolina a portarsi sul doppio vantaggio (4-6), subito vanificata ancora una volta con Centelles (molto sottotono il cubano quest’oggi) che la spara a rete. Paris a muro riporta sopra i padroni di casa, la bomba di Tondo dai nove metri fa 11-9; Yudin spara una pipe a velocità siderali per il 14-11 ed i rossi provano ancora a scappare. Calarco riporta sotto i suoi sul 16-15 con uno splendido attacco, il 20-17 è però l’ennesimo regalo Videx, ancora con Centelles out (seppur di un capello); Piacenza ringrazia e con Klobucar allunga, diagonale strettissimo che più stretto non si può. Ortenzi rimette dentro Di Bonaventura per concedere un attimo di pausa a Centelles, che ne giova al rientro mettendo a terra il 23-21; finisce qua però la partita per la Videx, che non è lesta a sfruttare un’ottima difesa di Marchiani ed a muro concede a Yudin il tocco che gli permette di chiudere un set che sarebbe risultato fondamentale riuscire a portare a casa ai fini della classifica.

Non è certamente quello piacentino il campo su cui recriminare per non essere riusciti a strappare punti, a maggior ragione quando sul fronte Videx, già di per sé con la coperta corta da inizio torneo, viene a mancare anche la prestazione del suo attaccante principale, Centelles, oggi davvero “fuori fase”. Pur riconoscendo infatti il merito ai padroni di casa per aver condotto un match senza grosse sbavature, con muro e servizio costantemente tenuti ad altissimo livello, va detto che quando la Videx è riuscita ad esprimersi secondo i propri standard con tutti gli effettivi in campo (come avvenuto nel terzo parziale), il risultato ha dimostrato che per chiunque è dura tenerle testa. Grottazzolina che, però, per la prima volta da inizio torneo esce dal novero delle prime quattro posizioni, per effetto della contemporanea vittoria di Ortona che con un balzo triplo di porta addirittura al terzo posto, con un punto di vantaggio su Vecchi e soci e su Catania, anch’essa uscita malconcia dalla trasferta di Cuneo (prossimo avversario della Videx). Nulla per cui strapparsi i capelli, ovviamente, la classifica resta cortissima e con tutti gli scenari ancora spalancati. Ripartiamo dunque da quel terzo set, e dalle novità che arriveranno in settimana…

Tabellino 
Gas Sales Piacenza – M&G Videx Grottazzolina 3-1

Gas Sales Piacenza: Copelli 14, Fei 14, Yudin 15, Mercorio 4, Paris 7, Tondo 14, Fanuli (L), Ingrosso 1, Ceccato, Canella, Klobucar 9, De Biasi, Beltrami. N.e.: Cereda. All. Botti All2. Di Maio

M&G Videx: Cubito 6, Vecchi 16, Centelles 6, Calarco 19, Gaspari 4, Marchiani 2, Romiti (L1), Minnoni, Di Bonaventura, Pulcini. N.e.: Romagnoli, Vallese (L2). All. Ortenzi All2. Pison

Arbitri: Palumbo – Rossi.
Parziali: 25-14 (21’), 25-21 (26’), 22-25 (24’), 25-21 (27’)
Note: Piacenza: errori in battuta 20, ace 8, muri vincenti 11, ricezione 52% (40% perf.), attacco 54%. Videx: errori in battuta 15, ace 4, muri vincenti 9, ricezione 34% (14% perf.), attacco 45%.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!