FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Porto, lungomare e ponte ciclopedonale tra le priorità del 2019 per Porto San Giorgio”

L'intervento del sindaco Nicola Loira, che fissa i prossimi obiettivi

717 Letture
commenti
Nicola Loira (a sinistra), sindaco di Porto San Giorgio

“L’anno che abbiamo lasciato è stato contraddistinto da una grande progettazione, sostenuta dai cardini del programma di mandato. Nel 2019 vedremo concretizzarsi alcuni dei temi fondamentali che costituiscono gli obiettivi di fondo dell’Amministrazione comunale. 

Innanzitutto il ponte ciclopedonale sul fiume Ete: il progetto esecutivo verrà approvato proprio nei prossimi giorni e sarà seguito dalla conseguente gara d’appalto per la realizzazione.

Ad esso è strettamente collegato il piano portuale che sta prendendo forma attraverso l’attività di ricerca e pianificazione condotta dall’Università Politecnica delle Marche: gli incaricati della Facoltà di Architettura hanno già consegnato lo scorso 18 dicembre all’Amministrazione comunale una prima parte del lavoro svolto, sviluppando quelle linee guida fornite e gli spunti emersi con le parti attive del nostro porto. 

Si è inoltre aperto un confronto con lo stesso Ateneo per la pianificazione degli spazi comunali a ridosso l’area demaniale: è nostra intenzione che abbiamo una destinazione turistica collegata all’area portuale. Secondo i termini fissati nella convenzione il lavoro sarà pronto dopo l’estate, dando così modo all’Amministrazione di procedere all’approvazione in Consiglio comunale. 
Anche gli spazi della parte peschereccia sarà interessati dai lavori di riqualificazione, possibili grazie ai finanziamenti Regionali e Comunitari che sono stati ottenuti: c’è la chiara volontà che la parte pubblica del porto possa diventare un’area fruibile a tutti e permetta di valorizzare l’attività della pesca e non disperdere la tradizione marinara della nostra città. 
Al Piano del porto sarà dedicato il mio massimo impegno affinché il sogno della comunità sangiorgese di trent’anni si concretizzi in un’opportunità di crescita e di sviluppo per la città e per il territorio Fermano.

Dopo l’approvazione del Bilancio di previsione verrà bandito un concorso di idee per la riqualificazione del lungomare: negli ultimi mesi del 2018 c’è stato un confronto con gli specifici ordini professionali per la definizione dei criteri del bando. E’ bene ricordare che il finanziamento ottenuto per il ponte prevede un primo tratto a sud di pista ciclabile sul lungomare fino al giardino Luigi Salvadori (ex Canossiane).

Il 2019 sarà anche l’anno del nuovo Piano industriale della società municipalizzata Sgds Multiservizi: si punterà a rendere più efficiente l’attività della società, dalla raccolta dei rifiuti ai vari servizi strumentali. Punto importante sarà l’avvio dell’estensione delle isole tecnologiche su tutto il territorio cittadino. Nel contempo l’Amministrazione è impegnata a svolgere un ruolo da protagonista negli ambiti territoriali, in primis nell’Ata, nella consapevolezza che sia presto avviata la gestione di un sistema territoriale della raccolta dei rifiuti. 

All’Ufficio tecnico partirà in questi giorni la valutazione del project financing della pubblica illuminazione: si procederà allo studio e alla valutazione della proposta pervenuta per la riqualificazione dell’impianto dell’illuminazione cittadina. Gli ambiti di intervento sono la sostituzione dei corpi illuminanti con luci a led, il rifacimento delle linee e dei quadri bisognosi di intervento per eliminare i black out dovuti alla fatiscenza degli impianti. Vale la pena ricordare che l’Amministrazione comunale del 2009 effettuò interventi di risparmio energetico che non interessarono la manutenzione, oggi divenuti vetusti. Il piano renderà la città più illuminata, bella e sicura.

In termini di sicurezza, nel 2019 avremo un altro “step” importante nel complesso Piano della videosorveglianza, nel rispetto di quel Patto della sicurezza sottoscritto con la Prefettura che ci ha visti essere il primo Comune del Fermano e tra i primi in Italia. 

La compartecipazione con soldi pubblici a finanziamenti regionali e Comunitari pervenuti nella seconda parte dello scorso anno hanno rimandato la progettazione per la riqualificazione di via Petrarca che rimane, tra le opere pubbliche, uno degli obiettivi principali del secondo mandato amministrativo. 

Declinando il concetto di accoglienza a 360 gradi, saremo infine sempre determinanti nella promozione di progetti di inclusione e sostegno delle fasce più deboli della popolazione cittadina.”

Nicola Loira

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!