FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Cadavere sotto ponte tra Porto Sant’Elpidio e Lido Tre Archi di Fermo: indagano i Carabinieri

Gli inquirenti propendono per una morte per overdose, ma si attende l'autopsia e si esaminano videosorveglianza e telefonate

347 Letture
commenti
carabinieri, auto, gazzella, 112

Il corpo senza vita e in avanzato stato di decomposizione di un 39enne ucraino, molto conosciuto a Lido Tre Archi di Fermo, è stato rinvenuto sotto il ponte che collega il quartiere litoraneo di Fermo con Porto Sant’Elpidio.

A partire dal ritrovamento, risalente alla mattina di sabato 3 novembre, sono scattate le indagini dei Carabinieri del comando provinciale, agli ordini del colonnello Marinucci, e della Compagnia di Fermo, comandati dal capitano Peluso. I militari propenderebbero per una morte per overdose, ma sulle cause dovrà far luce l’autopsia, che avrà luogo probabilmente il 7 novembre.

Gli uomini dell’Arma hanno intanto provveduto a recuperare il cellulare della vittima e stanno esaminando le immagini registrate dalle videocamere di sorveglianza dell’area per capire come il corpo del 39enne sia arrivato sotto a quel ponte. Al vaglio anche la telefonata anonima che ha consentito il ritrovamento della salma.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!