FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Vittoria a Cuneo per 0-3: per Grottazzolina è stato davvero un giorno di festa!

Prestazione sontuosa di Vecchi (MVP) e compagni, che dominano nei primi due set per poi riacciuffare sul finale anche il terzo

298 Letture
commenti
BAM Acqua S. Bernardo Cuneo - M&G Videx Grottazzolina 0-3

Nel giorno di Ognissanti la M&G Videx è chiamata ad una trasferta insidiosissima in terra piemontese, e per la distanza che separa Cuneo da Grottazzolina (poco meno di 700 km) e per il fatto di dover affrontare una squadra ferita, la BAM Acqua S. Bernardo, che lo stesso coach Barisciani ha definito alla vigilia come “pugile suonato”, riferendosi alla pesante sconfitta rimediata lunedì sera a Catania.

Se dunque, da un angolo del ring, troviamo una formazione con una forte fame di riscatto, che ha peraltro ritrovato il suo opposto titolare Caio, nell’altro angolo Grottazzolina recita la parte del “pugile incazzato”, termine forse poco nobile ma che certamente descrive al meglio il momento di una squadra che, costretta ancora a rinunciare alla sua punta di diamante Raydel Poey, è riuscita sin qui a trasformare la rabbia in energia positiva.

In campo – Padroni di casa in campo in formazione tipo, con l’espertissimo Cortellazzi al palleggio in diagonale col ritrovato Caio, Bolla e Galaverna laterali con Picco e Alborghetti al centro e Prandi libero; coach Ortenzi risponde con la diagonale Marchiani – Calarco, Vecchi in banda in coppia con Centelles, Gaspari e Cubito al centro e Romiti a dirigere le operazioni di seconda linea.

La gara – Equilibrio sostanziale in avvio di gara, con le squadre che si fronteggiano a viso aperto senza che nessuna riesca a farsi preferire fino al 8-8. Da lì in poi, però, i quattro punti consecutivi di Vecchi scavano il solco, con il “furetto fermano” che sciorina un ampio repertorio fatto di un pallonetto, un mani out ed un muro per il +4 Videx; la formazione grottese è però molto imprecisa sul servizio di Cortellazzi e Cuneo si riporta subito sotto di uno. Sul 13-15 Barisciani inserisce al servizio Testa per Alborghetti, ma Calarco la mette subito a terra; identico il cambio di coach Ortenzi con Pulcini che rileva Gaspari, in questo caso però Galaverna spara out in pipe e subito Centelles fa +5 ed è 13-18. Il time out cuneese propizia l’errore del vice palleggiatore marchigiano, Caio prova a guidare la rimonta ma a quota 20 ci arriva per prima la Videx, grazie al servizio out di Bolla. E’ Vecchi il mattatore del set, Galaverna risponde però presente prima con un diagonale strettissimo poi con un missile in parallela da posto 2; un suo errore dai nove metri regala però il set point alla Videx, che con Centelles chiude sul 20-25.

E’ proprio Centelles a riaprire anche il secondo set, stavolta però sparando out in parallela; Barisciani cambia inserendo da subito Dutto per Alborghetti, ed è proprio il centrale a siglare il doppio vantaggio piemontese. Un’ottima serie di attacchi di Calarco riporta subito la Videx in parità, il muro di Marchiani su Bolla regala poi il doppio vantaggio; Galaverna spara fuori prima che Vecchi stoppi Caio con un “monster block” ed è 5-9. Il time out di Barisciani sblocca i suoi che accorciano con un muro di Cortellazzi seguito da un block su Centelles, Gaspari fa però altrettanto e con l’ace diretto di Marchiani si va sul 8-12. Il quattordicesimo punto Videx è frutto di due difese incredibili di Romiti che rimette in campo due palle dai tabelloni pubblicitari, Caio pesca un mani out non visto dagli arbitri ma poi sancito dal video-check, restituendo ai suoi il servizio. Cortellazzi pesca bene Picco dal centro, ma Marchiani non è da meno con Cubito per il 13-19; a regalare il ventesimo punto è Gaspari con una tesa al centro. Epico il 14-22 messo a segno dal libero Romiti, protagonista prima di una difesa assurda, poi di un tuffo “disperato” che rimanda la palla nel campo cuneese facendola carambolare prima sulla rete e mandando così fuori tempo l’intera difesa locale, un’azione davvero da raccontare ai nipoti. L’entusiasmo e la caparbietà difensiva della Videx sono davvero tanta roba, il set point è nelle mani di Riccardo Vecchi che direttamente dai nove metri “abbatte” Prandi per il 16-25 finale.

Il primo punto del terzo parziale è frutto di uno scambio prolungato che Cuneo porta a casa grazie ad un attacco fuori misura di Calarco; Cubito a muro però riporta subito sopra i suoi sul 2-3. Parità ristabilita a quota 5 con l’ottimo servizio di Picco, ma è Galaverna in questa fase a fare la differenza; l’ace di Cortellazzi e l’attacco out di Vecchi regalano il +3 a Cuneo con coach Ortenzi costretto al time out sul 9-6. Vecchi mura ancora, Dutto in primo tempo non lascia scampo ma qualche imprecisione di troppo dei locali riavvicina gli ospiti sul 13-11; Bolla, sin qui poco incisivo, si riprende e con due ottimi spunti offensivi fa 15-12. Vecchi in diagonale sigla il -1 (17-16), Cubito mura impietosamente Bolla per il 19 pari prima che Centelles riporti sopra i suoi, costringendo coach Barisciani al time out. A metterci la pezza è, al solito, il brasiliano Caio, ma la Videx non molla e si va avanti punto a punto, col 22-23 siglato da Vecchi in pallonetto; il primo set point è per i ragazzi di Ortenzi, straordinaria la pipe di Centelles. Galaverna però non ci sta, e Cuneo ribalta il risultato portandosi sul 25-24; il time out chiamato da coach Ortenzi è però provvidenziale, perché al rientro lo stesso Galaverna spara out il servizio, regalando il pareggio ai marchigiani. Sulla linea dei nove metri, sfortunatamente per i piemontesi, si presenta però Riccardo Vecchi, autentico mattatore della serata: ace diretto per il +1, ed ulteriore “siluro” che Cuneo può solo rimandare di là alla meglio; Marchiani serve Centelles che decide che per stasera può bastare così, il diagonale è sporcato dal muro cuneese ma non abbastanza per consentire a Prandi la difesa.

Esplode dunque, irrefrenabile e giustificatissima, la gioia Videx, per un risultato incredibilmente bello su cui davvero in pochi, ne siamo certi, avrebbero scommesso alla vigilia: uno 0-3 che non ammette repliche, raggiunto dominando i primi due set per poi riacciuffare anche il terzo con il piglio della grande squadra. Un plauso davvero enorme, dunque, a questi encomiabili ragazzi, che dalle difficoltà stanno traendo davvero il massimo e che, aiutandosi a vicenda, stanno gettando il cuore ben oltre l’ostacolo. Significativo, da questo punto di vista, un dato in particolare: su 12 atleti in referto, in 11 hanno provato l’ebbrezza del campo questa sera; sintomo evidente che in un gruppo solido, che si allena sempre al 100%, tutti (ma proprio tutti nessuno escluso) possono e devono sentirsi importanti. Bravi ragazzi, oggi è davvero un bel giorno di festa.

Il tabellino
BAM Acqua S. Bernardo Cuneo – M&G Videx Grottazzolina 0-3

BAM Acqua S. Bernardo Cuneo: Bolla 5, Galaverna 11, Prandi (L1) 71%, Picco 5, Cortellazzi 2, Caio 17, Alborghetti 1, Dutto 4. N.e.: Menardo, Amouah, Chiapello, Testa, Armando (L2). All. Barisciani All2. Revelli

M&G Videx: Cubito 4, Vecchi 17, Centelles 14, Calarco 10, Gaspari 4, Marchiani 2, Romiti (L1) 80%, Minnoni, Di Bonaventura, Romagnoli, Pulcini. N.e.: Vallese (L2). All. Ortenzi All2. Pison

Arbitri: Santoro-Scotti
Parziali: 20-25 (24’), 16-25 (23’), 25-27 (32’).

Note: Cuneo: errori in battuta 12, ace 2, muri vincenti 4, ricezione 62% (43% perf.), attacco 40%.Videx: errori in battuta 8, ace 3, muri vincenti 13, ricezione 58% (38% perf.), attacco 44%.

Nemmeno il tempo di respirare però, perché domenica 4 novembre si torna subito di nuovo in campo, e di fronte al pubblico “amico”. Ore 18, tutti al Palas di Grottazzolina per la sfida contro la Tinet Gori Wines Prata Volley. Mancare sarebbe davvero imperdonabile!

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!