FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Pim Pum Pam, il festival della creatività per i bambini e per le famiglie colpite dal terremoto

Due pomeriggi di laboratori a Villa Baruchello di Porto Sant'Elpidio a Mare, con il patrocinio anche del Comune di Visso

Presentazione festival Pim Pum Pam a Porto Sant'Elpidio

Due pomeriggi dedicati alla creatività quelli di sabato 18 e domenica 19 marzo a Porto Sant’Elpidio, quando dalle 15.00 alle 19.30, la splendida cornice di Villa Baruchello ospiterà Pim Pum Pam, un festival gratuito dedicato a tutti i bambini e le loro famiglie, in particolare a chi nei mesi scorsi è stato duramente colpito dal sisma.

“È con grande soddisfazione che abbiamo accolto e dato il via a questo evento” dichiara l’Assessore al Turismo di Porto Sant’Elpidio Milena Sebastiani.

“Tutto è partito da un piccolo laboratorio che, con effetto domino, è cresciuto fino a diventare una manifestazione su più giorni all’insegna della creatività e del sorriso. Voglio ringraziare sentitamente tutte le parti che si sono impegnate e messe in gioco per dare forma a Pim Pum Pam. Un ringraziamento anche all’Hotel Belvedere, la Residenza Domo, l’Hotel Pineta e il B&B Pao che ci hanno sostenuto ospitando i designer volontari del festival”.

“Faccio parte del network di progettisti “Il Vespaio” che si occupa di ecodesign e sostenibilità. Lo scorso ottobre ero con altri professionisti a Civitanova Marche per Cartacanta, ma a causa del terribile terremoto la giornata di chiusura del festival è stata annullata. A quel punto ci siamo chiesti come poter utilizzare il materiale già preparato per l’occasione. Subito abbiamo avuto l’idea di metterlo a disposizione per dei laboratori con i bambini terremotati ospitati dalla strutture costiere. Ho sottoposto il nostro progetto all’Assessore Sebastiani che ci ha sostenuto con fiducia sin dai primi step ed in pochi mesi tutto si è evoluto molto rapidamente” afferma Sebastiano Ercoli, raccontando la nascita di Pim Pum Pam e le sue prime fasi.

“Inizialmente abbiamo calendarizzato dei laboratori per bambini nelle strutture ricettive Elpidiensi che accoglievano gli sfollati, poi, incoraggiato dall’Assessore Sebastiani ad espandere il festival, dapprima ho coinvolto il Politecnico di Milano, presso il quale avevo appena terminato un dottorato. A seguito del riscontro positivo di questa prestigiosa università hanno deciso di associarsi anche molte altre importanti accademie, istituti ed associazioni: Accademia di Belle Arti di Macerata, ADI Marche-Abruzzo-Molise, Associazione Culturale “Toscanini ’79 – Metodo Rusticucci”, Cartacanta, Dear – Design Around Onlus, Dipartimento di Architettura dell’Università G. D’Annunzio di Chieti e Pescara, Ecodesign Lab della Scuola di Architettura e Design dell’Università di Camerino, ISIA di Urbino, NABA di Milano, Poliarte di Ancona e Università Politecnica delle Marche” spiega Ercoli.

Il festival Pim Pum Pam è stato organizzato, oltre che da Ercoli e “Il Vespaio”, anche da TAM TAM, scuola gratuita di attività visive diretta da Alessandro Guerriero, GAM, l’Associazione di Promozione Sociale Giovani Architetti Macerata e Marche Best Way, Associazione Culturale che racconta le eccellenze delle Marche, in sinergia tra istituzioni ed aziende.

Durante i due appuntamenti i bambini presenti saranno seguiti da circa 50 volontari, di cui 40 designer e potranno partecipare a diversi laboratori, provare stampanti 3D e dispositivi per la realtà aumentata, personalizzare e produrre decorazioni adesive, disegnare cartamodelli, costruire giocattoli con materiali di riuso che potranno poi portare a casa e molto altro ancora.

L’evento è patrocinato dall’Assessorato al Turismo e Politiche Giovanili di Porto Sant’Elpidio, ma anche dal Comune di Visso.

“Abbiamo subito accettato di collaborare al progetto, che personalmente mi rispecchia molto dato che sono sempre stata una creativa” dice l’Assessore di Visso Patrizia Serfaustini.

“Iniziamo quest’avventura con l’augurio che il prossimo anno il nostro Comune possa ospitare la seconda edizione del festival” aggiunge.

L’obiettivo che ha spinto tutti ad unire le forze è quello di regalare un sorriso ai bambini e alle loro famiglie, soprattutto in questo momento delicato, in cui ognuno cerca come può di dimostrare il proprio sostegno e la propria vicinanza.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni