FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Pilotti dopo Obuv di Mosca: “Fiera con poche presenze e pochi buyers, attendiamo ripresa”

La presidente: "Assocalzaturifici continuerà a sostenere le aziende"

2.234 Letture
commenti
Annarita Pilotti

Obuv Mir Kozhi è e rimane un appuntamento imprescindibile per le imprese calzaturiere italiane. L’affluenza è certamente in sofferenza, con ridotta presenza di buyer, nonostante l’evento resti un riferimento importante per la selezione delle collezioni e per la pianificazione della stagione di vendita Primavera Estate 2017”.

Così si esprime Annarita Pilotti, Presidente Assocalzaturifici nonché AD di Loriblu di Porto Sant’Elpidio, al termine della fiera Obuv, che si è appena conclusa a Mosca, e a cui hanno partecipato 125 aziende, la maggior parte delle quali marchigiane.

Ci aspettavamo un numero più alto di presenze, ma evidentemente la crisi continua a farsi sentire, e gli ordini si sono stabilizzati su livelli decisamente inferiori rispetto al 2013 (parliamo di una contrazione di almeno il 50%). In confronto all’edizione di ottobre 2015, stimiamo un calo di circa il 20%, non è un dato certificato ma attendibile.

I pochi buyer che hanno partecipato andavano a “caccia” del prezzo: prima ancora di visionare le collezioni chiedevano il costo, dunque sono state favorite le aziende con prodotti a prezzi bassi ma non Made in Italy, non importa se realizzati in Serbia, Albania, Turchia o Cina, e venduti da aziende italiane con un prezzo al di sotto dei 40 euro. Queste aziende italiane hanno sicuramente lavorato.

Dal confronto con funzionari del governo russo, ci è stato riferito che il rublo si è stabilizzato, e sono stati siglati accordi per il prezzo del petrolio, sembra dunque esserci una ripartenza anche nel settore edilizio e automobilistico. Nonostante ciò, per fare ripartire in pieno il mercato russo occorrerà attendere ancora un altro anno, anno e mezzo.

Ho inoltre avuto modo di incontrare Expocentre per la questione date delle prossime fiere: vorremo infatti evitare di iniziare di lunedì e vorremo cambiare padiglione, creando nuovi layout e cercando di rinnovare la fiera, anche se ci sono scarse possibilità visto il loro fitto calendario.

In ogni caso Assocalzaturifici continuerà a sostenere le aziende con i voucher, che sin dalla scorsa edizione ho voluto fortemente come Presidente, e in collaborazione con ICE continuerà ad investire su questo mercato per il 2017. A questo proposito mi auguro anche che le regioni interessate, in particolare le Marche, diano il loro contributo a progetti mirati al sostegno delle aziende che continueranno a presidiare questo mercato, che oggi è purtroppo ancora in crisi.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!