FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Terremoto: Amandola e Montefortino i centri più colpiti nella provincia di Fermo

Evacuazione dell'ospedale di Amandola, danneggiato dalle scosse. Crolli in molti comuni dell'entroterra. CIIP assicura: "Acqua potabile"

16.300 Letture
commenti
Danni all'ospedale di Amandola dopo il terremoto del 24 agosto 2016

La Provincia di Fermo sta costantemente seguendo l’evolversi della situazione sul territorio, dopo la tremenda scossa di magnitudo 6,0 che ha colpito il confine tra Marche, Lazio e Umbria portando danni e morte tra la popolazione, seguita da uno sciame sismico per tutta la giornata del 24 agosto.

Ore 16:15 – Comunicato stampa della CIIP s.p.a. in merito a potabilità acqua
In merito al sisma verificatosi nella notte che ha colpito il centro Italia, la CIIP spa, gestore del servizio idrico integrato nel territorio dell’Ambito Territoriale Ottimali n. 5 Marche Sud, sta monitorando lo stato degli impianti e delle reti. La situazione è attualmente sotto controllo non essendoci, allo stato, particolari criticità per l’approvvigionamento idrico dei Comuni serviti.

Si smentiscono categoricamente eventuali notizie circolanti circa la non potabilità dell’acqua in quanto completamente prive di fondamento. CIIP spa, in contatto con le Autorità preposte, è a completa disposizione per le eventuali necessità di soccorso ai territori colpiti.

Il Presidente CIIP spa Giacinto Alati

Evacuazione dell'ospedale di Amandola dopo il terremoto del 24 agosto 2016Ore 12.00 – Aggiornamento
Assicurata dalla Provincia e dalla Prefettura di Fermo, con la Regione Marche, la tempestiva apertura della sala operativa (SOI) fin dalle 4.30. Sono stati subito contattati tutti i sindaci della provincia per verificare la situazione di ogni comune.

Al momento non sono stati segnalati danni alle persone. Sono stati riscontrati danni ad alcuni edifici pubblici e privati. L’organizzazione tecnica provinciale è stata subito allertata.

I tecnici della Provincia di Fermo hanno compiuto dei sopralluoghi negli istituti scolastici superiori presenti sul territorio provinciale e non hanno rilevato significativi danni.
L’area più colpita nella Provincia di Fermo è quella dell’entroterra, particolarmente nella zona di Amandola e Montefortino.

Ad Amandola è in corso di evacuazione l’ospedale gravemente lesionato, e i pazienti sono in corso di trasferimento presso l’ospedale Murri di Fermo.
Ad Amandola e Montefortino è in corso di allestimento da parte della Protezione Civile della Regione Marche un’area di ricovero presso le aree di ammassamento comunali.

Danni significativi sono stati riscontrati su tutto il territorio della provincia di Fermo soprattutto a Falerone, Monsanpietro Morico, Grottazzolina, Montappone, Montottone, Monte Rinaldo, Monteleone di Fermo, Fermo, Smerillo, Ortezzano, Servigliano, Montegiorgio, Montelparo e Monte Vidon Corrado.

Da una prima verifica da parte dei tecnici della Provincia di Fermo risultano limitati danni alla rete viaria provinciale solo nella frazione Garulla del comune di Amandola dove è in ogni caso garantita la transitabilità su una vicina strada comunale.
La restante rete stradale provinciale, risulta transitabile.
Si invita la popolazione ad utilizzare la viabilità provinciale e comunale solo in caso di assoluta necessità in modo da assicurare le operazioni dei mezzi di soccorso.

Danni all'ospedale di Amandola dopo il terremoto del 24 agosto 2016Ore 8.00 – Aggiornamento
Confermiamo che nella provincia di Fermo non si registrano feriti.
Situazione critica ad Amandola e Montefortino: ad Amandola ospedale inagibile e crollo del campanile della Chiesa di San Francesco, mentre a Montefortino dovranno essere evacuate 10 famiglie con relativo allestimento di una tendopoli.

A Montappone, Servigliano, Monsampietro Morico e Santa Vittoria in Matenano si riscontrano edifici inagibili e sono in corso accertamenti.
Si riscontrano danni al patrimonio immobiliare, pubblico e privato, in tutto il resto dei comuni della Provincia.
Sono in corso sopralluoghi sulla rete viaria e sugli edifici scolastici.

Ore 6.30 – Aggiornamento
La sala operativa regionale della Protezione Civile è stata aperta in Provincia di Fermo.

Sono presenti i viceprefetti della Prefettura di Fermo, la Regione Marche e il Presidente della Provincia di Fermo e il personale tecnico.
La Sala Operativa Integrata è aperta ed in contatto con tutti i sindaci della Provincia per monitorare continuamente la situazione del territorio.

Non risultano danni a persone.

Sono stati segnalati danni ad alcuni edifici per cui sono in corso delle verifiche nei comuni di Amandola, Santa Vittoria in Matenano e Monsampietro Morico.
L’ospedale di Amandola è stato dichiarato inagibile ed è in corso il trasferimento dei pazienti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!