FermoNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Fermo Comune più virtuoso d’Italia nella Tari

Presentato a Tipicità uno studio Confcommercio sulla tassa dei rifiuti. Premiato il capoluogo come migliore a livello nazionale

1.722 Letture
commenti
Fermo, piazza del Popolo e palazzo dei Priori

Il Comune di Fermo è il più virtuoso in Italia nell’applicazione, per le attività imprenditoriali, del coefficiente tariffario per la Tari, la cosiddetta tassa sui rifiuti. Per questo Confcommercio Imprese per l’Italia Marche ha premiato l’amministrazione comunale fermana nell’ambito di Tipicità Fermo al termine della presentazione di un’indagine, sulla Tari, coordinata dall’Osservatorio nazionale sui Rifiuti Confcommercio al fine di verificare la congruità delle tariffe e del livello di servizio.

Lo studio ha evidenziato gli incredibili incrementi della tassazione in questione (+300% negli ultimi cinque anni con un introito di circa 3 miliardi di euro) con gravissime ripercussioni sull’andamento delle attività economiche così come ha spiegato il dottor Pierpaolo Masciocchi, responsabile del settore Ambiente e Utilities della Confcommercio Nazionale.

Lo studio ha anche evidenziato come ci siano dei divari tra territori, anche limitrofi, ingiustificabili per questo è necessaria un’azione utile a uniformare le tariffe e soprattutto a razionalizzare i servizi: “E’ questa la prospettiva in cui dobbiamo andare – ha detto il direttore Confcommercio Imprese per l’Italia Marche prof. Massimiliano Polacco in sede di presentazione dello studio dopo l’apertura di Angelo Serri patron di Tipicità –, e per questo l’indagine sulla Tari ha un’importanza fondamentale per portare le amministrazioni comunali a riflettere sulla necessaria ottimizzazione del servizio”.

L’impegno del Comune di Fermo nel proseguire nella strada della riduzione dei costi è stato confermato dal sindaco avv. Paolo Calcinaro che ha ritirato il premio dopo aver spiegato l’impianto della Tari nel suo Comune nel quale la tariffa è ben al di sotto della media nazionale (208 euro la media nazionale contro gli 86 euro del Comune di Fermo).

Hanno presenziato alla conferenza stampa anche il presidente di UnionCamere Marche Graziano Di Battista e il preside della Facoltà di Economia ‘G.Fuà’ prof. Francesco Maria Chelli che hanno espresso la loro soddisfazione per uno studio nel quale si evidenzia il rapporto tra impresa e politica.

da Confcommercio Marche

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Fermo Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!